IL CANTO DEGLI ITALIANI (FRATELLI D’ITALIA)

In onore dei 150 anni della nostra nazione pubblico il testo completo del nostro inno. Non c’è bisogno di commentarlo in quanto da sè racchiude completamente il pensiero risorgimentale italiano. Le parole sono di Goffredo Mameli (1825-1849) mentre la musica è di Michele Novaro (1822-1885). Il brano è stato adottato come inno ufficiale italiano nel 1946, dopo la sconfitta del fascismo e la fine della seconda guerra mondiale.

Fratelli d’Italia,

l’Italia s’è desta,
dell’elmo di Scipio
s’è cinta la testa.
Dov’è la vittoria?
Le porga la chioma,
che schiava di Roma
Iddio la creò.

Stringiamci a coorte,
siam pronti alla morte.
Siam pronti alla morte,
l’Italia chiamò.
Stringiamci a coorte,
siam pronti alla morte.
Siam pronti alla morte,
l’Italia chiamò!

Noi fummo da secoli
calpesti, derisi,
perché non siam popolo,
perché siam divisi.
Raccolgaci un’unica
bandiera, una speme:
di fonderci insieme
già l’ora suonò.

Stringiamci a coorte,
siam pronti alla morte.
Siam pronti alla morte,
l’Italia chiamò.
Stringiamci a coorte,
siam pronti alla morte.
Siam pronti alla morte,
l’Italia chiamò!

Uniamoci, amiamoci,
l’unione e l’amore
rivelano ai popoli
le vie del Signore.
Giuriamo far libero
il suolo natio:
uniti, per Dio,
chi vincer ci può?

Stringiamci a coorte,
siam pronti alla morte.
Siam pronti alla morte,
l’Italia chiamò.
Stringiamci a coorte,
siam pronti alla morte.
Siam pronti alla morte,
l’Italia chiamò!

Dall’Alpi a Sicilia
Dovunque è Legnano,
Ogn’uom di Ferruccio
Ha il core, ha la mano,
I bimbi d’Italia
Si chiaman Balilla,
Il suon d’ogni squilla
I Vespri suonò.

Stringiamci a coorte,
siam pronti alla morte.
Siam pronti alla morte,
l’Italia chiamò.
Stringiamci a coorte,
siam pronti alla morte.
Siam pronti alla morte,
l’Italia chiamò!

Son giunchi che piegano
Le spade vendute:
Già l’Aquila d’Austria
Le penne ha perdute.
Il sangue d’Italia,
Il sangue Polacco,
Bevé, col cosacco,
Ma il cor le bruciò.

Stringiamci a coorte,
siam pronti alla morte.
Siam pronti alla morte,
l’Italia chiamò.
Stringiamci a coorte,
siam pronti alla morte.
Siam pronti alla morte,
l’Italia chiamò!
Sì!

 

2 pensieri su “IL CANTO DEGLI ITALIANI (FRATELLI D’ITALIA)

  1. Un bell inno , che dovrebbe consolidare l’unione dei italiani e farci sentire italiani anche noi , che viviamo , lavoriamo e paghiamo le stesse tasse come voi . Mi dispiace ma secondo me questo bell canto non ci riesce a cancellare le divergenze tra voi . Il nord , il centro e il sud sarà al mio avviso una piaga che durerà ancora per anni . Un bellissimo paese con un popolo meraviglioso ( parte il gelo nascosto sotto la maschera sorridente , nel confronto dello straniero ) meriterebbe altro . Meriterebbe unione nel cuore e nella mente perché se venisse questo sarete invincibili . Voi non ci credete ma soffriamo anche noi perché i vostri disaggi e vostri problemi sociali sono anche i nostri e dei nostri figli . Quanti di voi o di noi a alzato la bandiera del vostro e il nostro paese ?????

    Mi piace

    • Sono d’accordo con te kok. L’Italia purtroppo è divisa ed è la politica che mantiene tutte le divergenze! Bisognerebbe fare un vero piano di sviluppo per il sud; non parlare e promettere molto ma fare poco! E credo anche che per raggiungere un vero livello di integrazione dobbiamo fare entrambi passi avanti e rispettarci a vicenda. Purtroppo molti italiani questo non lo capiscono!

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...