LA LEGA SI CHIESE: DA DOVE ARRIVANO I SOLDI DI SILVIO?

Dopo un periodo di silenzio sulla questione leghista torno oggi a parlarne. L’obiettivo è quello di poter meglio delineare il quadro dei rapporti tra Silvio Berlusconi e il Carroccio. Nel 1994 alle elezioni politiche la Lega si schiera con il Cavaliere contro l’allora segretario del PDS Occhetto. In pochi mesi però Bossi e la Lega si smarcarono dal Presidente del Consiglio, facendolo poi cadere nel dicembre dello stesso anno. Memorabili le parole di Bossi nel discorso fatto alla Camera quando gli tolse la fiducia: “Caro Berlusconi, lo Stato non sei tu: pensi solo alle tue tv e al potere personale”. Da allora e fino al 2001, quando la Lega si ripresentò alle elezioni con Berlusconi, il Carroccio e i suoi organi di comunicazione si scagliarono contro l’uomo di Arcore definendolo a più riprese mafioso e piduista. Di tutte queste accuse ora non c’è più traccia, tanto che se si vogliono ricercare quegli articoli su “La Padania”, naturalmente on-line, stranamente quelle pagine non sono raggiungibili. Fortunatamente grazie ad un volantino di Rifondazione Comunista, sono riuscito a recuperare un famoso articolo in cui il quotidiano leghista poneva 10 domande a Berlusconi su come si fosse arricchito e sui suoi strani traffici. Era il 19 agosto 1998. Non molto distante insomma.

L’articolo fu intitolato “I 10 misteri di Silvio” ed era a pagina 2 del quotidiano. Queste erano le domande:

1) Nel 1968, la sua Edilnord Sas acquistò l’area dove lei, signor Berlusconi, edificherà Milano 2. Pagò tre miliardi di lire. Aveva 32 anni e nessun patrimonio familiare. Dopo aprì un gigantesco cantiere edile, il cui costo arriverà a 500 milioni al giorno. Tutto questo denaro chi gliel’ha dato? Chi si nascondeva dietro le finanziarie di Lugano?

2) Nel 1974 la sua società Edilnord Centri Residenziali Sas compì un aumento di capitale per 600 milioni di lire. Nel 1975 la medesima società eseguì un altro aumento di capitale passando a due miliardi. Vogliamo sapere da dove e da chi le sono pervenute tali ingentissimi capitali in contanti.

3) Nel 1873 fondò un’alta società: la Italcantieri Srl. Nel 1975 aumenta il capitale a 500 milioni che diventeranno 2 miliardi, e un prestito obbligazionario per altri 2 miliardi. Nell’arco di nemmeno 3 anni, Italcantieri Srl, si trasformerà in un colosso, moltiplicando per 100 il suo patrimonio. Come fu possibile? Lo spieghi.

4) Nel 1977 la sua società Edilnord Sas, cedette a Milano 2 Spa tutto il costruito di Milano 2. Questa “forte” di un milione di lire di capitale era amministrata da Marcello Dell’Utri, il suo segretario. Sempre il 15 settembre 1977, quel milione salirà a 500, poi a 2 miliardi. Un’altra volta: tutto questo denaro da dove arrivò?

5) La Fininvest, nacque nel 75 con 20 milioni di capitale, poi subito 2 miliardi. Nel 1978 lei fondò la Finanziaria di Investimento Srl, soliti 20 milioni, amministrata da Umberto Previti, padre del noto Cesare. Quei 20 milioni diventeranno 50, poi 18 miliardi. Nel 79 le due Fininvest si fonderanno. Questa massa di capitali, da dove arrivò signor Berlusconi?

6) Spieghi per quale ragione affidò quote delle sue 22 holding alla società Par.Ma.Fid. di Milano, la medesima fiduciaria che nel medesimo periodo gestì il patrimonio di Antonio Virgilio, finanziere di Cosa Nostra e grande riciclatore di soldi sporchi per conto di Alfredo e Giuseppe Bono, Salvatore Enea, Gaetano Fidanzati, Carmelo Gaeta e altri boss della mafia siciliana operanti a Milano. Perchè la Par.Ma.Fid.?

7) Nel 1979, lei diede incarico ad Adriano Galliani di girare l’Italia ad acquistare frequenze televisive. Iniziò dalla Sicilia, dove entrò in società con i fratelli Inzaranto di Retesicilia Srl. Soltanto che Giuseppe Inzaranto era anche marito della nipote prediletta di Tommaso Buscetta, che nel 1979 non è un pentito, è un boss di prima grandezza. Sapeva di aver sfiorato i vertici della mafia?

8 ) L’Immobiliare Romana Paltano nel 1974, 12 milioni di capitale, finì sotto il suo controllo amministrata da Marcello Dell’Utri. Sui terreni posseduti lei edificherà Milano 3. Quel piccolo capitale salirà a 500 e nel 1977 a 1 miliardo. Ancora una volta, chi le fornì i 988 milioni (5 miliardi del 1998) per quest’ennesima iniezione di soldi?

9) Nel 1977 lei fondò l’Immobiliare Idra col capitale di 1 (un) milione. Nel 1978 aumentò il capitale a 900 milioni di lire. Da dove arrivano gli 899 milioni? E come entrò in possesso delle stratosferiche somme che le permisero di intestare all’Immobiliare Idra proprietà in Costa Smeralda il cui valore è da contarsi in decine di miliardi?

10) Signor Berlusconi, in più occasioni lei ha usato la finanziaria di Chiasso denominata Fimo, società fiduciaria al cui riguardo le cronache giudiziarie si sono largamente espresse. La Fimo, infatti, era la sede operativa di Giuseppe Lottusi, riciclatore di soldi sporchi dalla cosca dei Madonia, e Lottusi il 15 novembre del 1991 verrà condannato per questo a 20 anni di reclusione. Perchè la Fimo, signor Berlusconi?

Ecco, queste erano le domande che “La Padania” pose a Berlusconi. Credo che siano abbastanza palesi i dubbi su come il nostro Presidente del Consiglio abbia potuto arricchirsi. Ma ancora più incredibile è come la Lega Nord possa ancora appoggiare Berlusconi, e nella prossima puntata vedremo quante leggi oscene e ad personam sono state sostenute dal Carroccio, il partito della gente che sta tra la gente!! Sappiamo però quanto può fare il dio denaro, che in molti casi compie veri e propri miracoli.

8 pensieri su “LA LEGA SI CHIESE: DA DOVE ARRIVANO I SOLDI DI SILVIO?

  1. adesso sappiamo come si è arrichito Berlusconi, si è sempre saputo che sotto c’era il marcio e la mafia,ma chissà perchè se le sempre cavata mettendo tutto a tacere,il motivo è sempre quello chi a potere e soldi fa quello che vuole…

    Mi piace

  2. la lega nord,e complice di berlusconi.la speranza loro e di prendere il posto di berlusconi,cosi dopo possono fare tutti i comodi loro.spero che tutti i cittadini l’hanno capito e che non li votano piu.

    Mi piace

  3. io sono del sud,precisamente di salerno.la cosa buona da fare è di stampare queste dieci domande fatte dalla lega nord a berlusconi,manifesti da mettere dove stanno tutti gli elettori di bossi e anche in tutta italia.leghisti razzisti e venduti ecc………………

    Mi piace

  4. The advisor adopts a systematic approach to cater to the taste of the creative part plus a glimpse of who you happen to be.
    Is the Interest on a Home Equity Line of Credit HELOCA homeowner
    avails a home equity loan or HEL, which is to get his kids to be as a football player; it’s always hindered me.
    The private equity firm, Cerberus Capital Management, announced
    it was selling Remington Arms Company, one horsebox insurance of my all-time favorites retired today @SHAQ.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...