DAL 1 SETTEMBRE UNA NUOVA LEGGE SUL LIBRO

Una delle mie più grandi passioni è leggere. Leggere un pò tutti i tipi di libro: dai romanzi ai libri storici, passando per i libri fantasy. Un mondo stupendo quello dei libri, segnato però da un mercato italiano molto ristretto e quindi da prezzi abbastanza alti. Un’amante della lettura poteva aiutarsi grazie ai tantissimi sconti che periodicamente le case editrici facevano (la più attiva delle quali era la Feltrinelli). Ma probabilmente questa voglia di lettura al nostro governo non andava bene. Si sa mai che la gente inizi a pensare un pò di più leggendo; si sa mai che con i vari sconti importanti che venivano fatti i cittadini comprino più libri. E così si è pensato bene di fare una legge, che entrerà in vigore dal 1 settembre, che prevede non possano essere più effettuati sconti superiori al 15% sul prezzo di copertina, tranne poche eccezioni (tra di esse le campagne promosse dagli editori col limite del 25% e le promozioni sui titoli invenduti da tempo). Con i libri si entra in un nuovo mondo. Con i libri si sogna. Stanno cercando di toglierci anche i sogni.

Ecco il testo della legge: http://leggesulprezzodellibro.files.wordpress.com/2011/07/legge-2011-07-20-testo-approvato.pdf

3 pensieri su “DAL 1 SETTEMBRE UNA NUOVA LEGGE SUL LIBRO

  1. Ciao! Scusa se mi permetto, ma non sono per niente daccordo con te. Anche io sono un’amante del libro ed è proprio per questo che per me questa legge oltre ad essere giusta casca proprio a fagiolo…i libri vanno comprati e al loro prezzo, non penso siano soldi sprecati, anzi forse sono i soldi spesi meglio.Si spendono tanti soldi in cose futili… Chiediti piuttosto come mai gli sconti erano così frequenti e molte volte anche al 50%/70% di sconto, oppure chiediti come mai le librerie piccoline, di nicchia, quelle dove trovi anche l’introvabile, che incartano ancora i libri, in cui non ti perdi nel cercare il libro più scontato degli altri stanno chiudendo tutte.

    Mi piace

  2. Puoi permetterti eccome; qui i commenti sono aperti e si può dire ciò che si vuole. Anche secondo me i soldi per i libri sono i soldi spesi meglio; e anche io (penso come te) ne compro a bizzeffe. Credo però che i libri abbiano prezzi troppo alti e gli sconti che venivano fatti, andavano incontro a persone come me che non possono permettersi spese folli. Il fatto che ora gli sconti siano stati quasi aboliti, o comunque ridotti di molto, va contro molte persone, soprattutto giovani, che ora invece di comprare 2 libri ne possono solo comprare 1. Per questo ho fatto quest’articolo. Questa è la visione che ho io..

    Mi piace

  3. Ciao ragazzi,voglio anche io commentare questa legge che entrerà in vigore il primo settembre.Io non la condivido in quanto in Italia chi legge i libri sono poche persone,inoltre anche rispetto all’europa siamo una piccola percentuale.Quindi credo che se dovesse esserci qualcosa per incentivare la lettura non sia questa la strada ottimale perchè come dice anche Andrea se prima una persona ne comprava due adesso ne comprerà uno.Poi per le piccole librerie di nicchia come si diceva nell’altro commento non credo che soppravvivono con questa legge,ma dovrebbero essere aiutate in altro modo.Infine sono d’accordo con Andrea e speriamo che modifichino al più presto questa legge ,altrimenti io e credo anche altri leggeremo di meno.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...