LA LEGA NORD NON CONOSCE VERGOGNA

In questo ultimo periodo, con la salita al potere di Mario Monti, abbiamo visto una forza politica fare i salti mortali per recuperare una verginità che ormai da tempo non ha più. Sto parlando della Lega Nord. Un partito populista che ha basato tutte le sue campagne sull’odio verso il diverso e verso le poltrone romane, poltrone su cui si sono seduti per anni percependo lauti stipendi e sostenendo politiche scellerate contro la gente che diceva di sostenere. Ma andiamo con ordine.

La Lega Nord ha puntato tutto sul federalismo fiscale, la panacea di tutti i mali secondo loro. E’ da 20 anni che ne parla. Ma cosa è rimasto di questo federalismo fiscale? Nulla. Anzi, qualcosa è rimasto: sì, sono i soldi che il mirabile governo Berlusconi, che la compagine del Nord ha sempre appoggiato, ha tolto ai comuni e agli enti locali. Tagli indiscriminati che pesano come macigni sui servizi alla persona. Sono rimasti gli aumenti dei ticket nella sanità oppure i denari che i genitori devono spendere per comprare la carta igienica e la cancelleria da consegnare alla scuola che il proprio figlio frequenta, ormai ridotta sul lastrico.

La Lega Nord è il partito che ha sempre detto di difendere i lavoratori. Ma anche qui fa specie ricordare come questo partito appoggiasse e votasse ogni legge contro i diritti degli operai che Berlusconi e Confindustria richiedevano: delocalizzazioni, dismissioni, attacchi agli articoli dello “Statuto dei Lavoratori”. Probabilmente, da buoni italiani, abbiamo anche la memoria corta, ma io ricordo le cariche a suon di manganelli della Polizia di Stato durante le manifestazioni operaie o studentesche. E a chi fa capo la Polizia di Stato se non al Ministero dell’Interno? Proprio quel ministero presieduto dal leghista Roberto Maroni. A questo punto capisco cosa volevano dire quando sentivo parlare i leghisti di difendere la gente che lavorava. Probabilmente si riferivano ai quegli sparuti contadini che in barba a quelli onesti e alla legge hanno sforato le quote latte e non hanno ancora pagato le multe milionarie che l’Unione Europea gli ha inflitto grazie allo scudo della Lega Nord.

La Lega Nord è il partito che ha sempre attaccato il Sud e i Terun, come loro chiamano i meridionali. Ormai il Sud è il capro espiatorio di ogni problema italiano. Ma se al Carroccio tutto ciò non andava bene, perchè se ne sono rimasti al governo per così tanti anni con tutti questi Terun? Perchè Maroni, pochi giorni fa, ha chiesto che si votasse a favore dell’arresto di Cosentino? Vuol dire quindi che per anni si sono seduti al governo con dei camorristi? Sarei un pazzo a pensare questo, ed ecco infatti che il partito dei lumbard mi smentisce e vota contro all’arresto di quel sant’uomo napoletano.

La Lega Nord è sempre stato quel partito che ha lottato contro l’immigrazione. L’entrata in Italia degli extracomunitari è sempre stata imputata alla Sinistra che lasciava aperte le frontiere. Ma basta scorrere un pò di dati e ricordare che lor signori hanno governato 8 degli ultimi 10 anni per capire come il loro sia solo un populismo ignorante. Al 31 dicembre 2002 la popolazione straniera residente in Italia era di circa 1 milione e mezzo di persone. Al 1 gennaio 2011 sono circa 4 milioni e mezzo. Possibile che queste persone siano entrate tutte nel nostro paese durante l’anno e mezzo del governo Prodi? Io lo credo alquanto improbabile. Ma dirò anche di più! Per fortuna che sono entrate queste nuove culture che permettono all’INPS di essere in attivo per miliardi di euro, che permettono all’agricoltura (quel poco che ne è rimasto) di continuare a vivere!

La Lega Nord è da sempre stato il partito dell’incoerenza e quei pochi esempi che vi ho portato stanno a dimostrarlo. Potrei portarne anche molti altri come il beneplacito all’aumento dell’età pensionabile, progettato dal governo Berlusconi e portato a compimento dal governo Monti, la guerra in Libia oppure lo scempio dell’ambiente permesso, parlo del bresciano, grazie alle cave e discariche che le giunte provinciali e regionali hanno approvato. Ma mi dilungherei troppo. Però ora mi chiedo quando i loro elettori apriranno gli occhi e capiranno veramente cos’è la Lega Nord? Io farò di tutto per non far dimenticare le schifezze fatte dai Lumbard in questi anni, ricorderò sempre che se siamo in questa situazione difficile, una situazione di profonda crisi, lo dobbiamo soprattutto al PDL e al Carroccio, al loro immobilismo continuo dovuto all’esigenza di non scontentare il proprio elettorato e di salvare dai processi l’allora Presidente del Consiglio Berlusconi! E’ una vergogna che queste persone possano porsi come i paladini della giustizia sociale, quando fino a ieri hanno tagliato le gambe alla povera gente! E’ ora di dire basta a tutto questo e di sottolineare tutte le nefandezze che gli amanti del Nord hanno fatto!!

3 pensieri su “LA LEGA NORD NON CONOSCE VERGOGNA

  1. La lega nord gioca con la parte di popolo che non si informa, quella che deve trovare un colpevole al sistema che non va, gia nella definizione di carroccio si vogliono identificare dalla parte del popolo ma poi vediamo che su questo carroccio sale il figlio detto il trota per le sue enormi doti intellettive (credo abbia fatto le superiori in 10 anni e poi il Dio denaro ha comperato il diploma e il papà gli ha fornito un impiego in regione lomabardia con un misero stipendio di 16.000 euro… E’ sistemata la moglie pensionata all’età di 49 anni e via dicendo… E’ ora che la gente apra gli occhi l’era del razzismo da 4 soldi nel 2012 mi auguro sia finita…

    Mi piace

  2. Pingback: lega nord senza ergogna

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...