COMUNICATO STAMPA SULLA VICENDA DELLE SCUOLE MATERNE A BRESCIA

Circa 100 bambini, nati nel 2009, non potranno essere iscritti alle 4 scuole dell’infanzia del loro quartiere: “Rebuffone” in Viale Venezia, “Valotti” a Mompiano, “Gallo” al Villaggio Sereno e a Caionvico. Questa è la situazione paradossale in cui il Comune di Brescia, con il suo assessore alla Pubblica Istruzione Arcai, ha messo decine di famiglie cittadine. Tutto ciò è dovuto ai tagli che l’amministrazione ha deciso di adottare senza alcun confronto con le realtà territoriali e senza tenere conto delle priorità dei servizi da fornire alle famiglie.

Siamo di fronte ad una riduzione dei fondi a danno di scuole di grande qualità. Queste sono le scelte miopi che il centrodestra sta portando avanti, sia in città che a livello nazionale, da anni: tagliare dove il risparmio è maggiore, non prendendo minimamente in considerazione la qualità. Non si può ragionare in questi termini quando si parla di scuola e soprattutto di bambini.

La Federazione di Brescia di Rifondazione Comunista è al fianco di tutti i genitori che stanno lottando per un diritto sacrosanto: il diritto ad avere una scuola pubblica accessibile a tutti.

Siamo coscienti che il 2012 sarà un anno in cui si dovranno fare delle scelte sulla spesa pubblica, ma tagliare i fondi alle scuole e di conseguenza alla formazione dei bambini e dei ragazzi, che saranno i cittadini del domani, è un’idea semplicemente folle, che noi avverseremo sempre.

 Andrea Sciotti

Responsabile Scuola Prc Brescia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...