COSA C’E’ DIETRO L’ATTACCO ALLA SCUOLA PUBBLICA?

Vi voglio riportare un sunto del mio intervento fatto in un’iniziativa svoltasi a Salò dal titolo “Il profumo della scuola pubblica”. Credo sia molto utile per ragionare su quello che sta avvenendo alla scuola pubblica italiana.

E’ sotto gli occhi di tutti che la situazione scolastica ad oggi è disastrosa: le difficoltà economiche che la attanagliano sono enormi portando a disfunzioni sia di tipo didattico che di tipo strutturale. Quante scuole non sono a norma con le disposizioni di sicurezza! Questo governo Monti, confermando i tagli del precedente governo Berlusconi, sta demolendo la scuola pubblica. Questo piano rientra nella volontà di distruggere lo stato sociale, basti vedere gli interventi fatti sulla sanità e sui servizi alla persona. I tagli porteranno a soppressioni e ad accorpamenti degli istituti. Di conseguenza avremo un aumento degli alunni per classe, andando a formare quelle che vengono conosciute come le classi pollaio (sezioni in cui vi sono più di 30 alunni), dove sarà sempre più difficile imparare ed insegnare e quindi l’apprendimento sarà solamente una questione per pochi intimi. Io considero ad oggi il nostro sistema scolastico molto classista. 

L’azione politica degli ultimi anni è stata caratterizzata dal segno meno: meno personale; meno ore di lezione; meno investimenti; meno finanziamenti; meno qualità. Vi è un tentativo di svilire la scuola pubblica in modo da dirottare fondi e studenti verso le scuole private, attraverso finanziamenti che sono incostituzionali, visto che la nostra Costituzione in un comma dell’art. 33 dice.”Enti e privati hanno il diritto di istituire scuole e istituti di educazione, senza oneri per lo Stato”. Si vuole arrivare ad una scuola d’elite, ad una scuola per pochi, in cui la maggioranza sarà gioco-forza costretta ad abbandonare gli studi in quanto scoraggiata dalla mancanza di prospettive e dagli alti costi dell’istruzione. La classe dirigente ha capito come diceva Mandela che “l’istruzione è l’arma più potente che si possa utilizzare per cambiare il mondo” e in questo modo, attraverso tutte queste politiche, vogliono tenere basso il livello d’istruzione delle masse per limitarne la capacità di critica e poterle meglio assoggettare. Poi credo che al resto ci penserà la televisione.

Ovviamente non è questa la scuola che voglio. Vorrei una scuola che formasse ed istruisse allo stesso tempo i ragazzi non in maniera nozionistica. Vorrei una scuola che desse gli strumenti della conoscenza e al contempo stimolasse l’alunno a ricercare da sè altri saperi. La scuola non è un’impresa! Deve tener conto delle differenze sociali in essa presenti e non cristallizzarle ma cercare di superarle! Voglio una scuola del merito che tenga conto dell’impegno, della costanza e delle differenze tra persone. Voglio che vengano ripristinati i fondi ad essa sottratti, magari prendendoli dalle sezioni di spesa della difesa, vedi i cacciabombardieri. Rivoglio una vera scuola pubblica, che abbassi i suoi costi per essere sempre più accessibile, e non un pallido ricordo di essa.

Per concludere volevo fare riferimento ad un discorso che Calamandrei tenne nel 1950 in un Convegno in difesa della scuola pubblica. Ogni volta che io lo leggo mi porta a ragionare, a pensare, a credere di essere tornati indietro di 60 anni. Perchè le parole di Calamandrei sono contemporanee a quanto stiamo vivendo oggi, a quanto sta tentando di fare ogni governo neo-liberista che si è insediato. Per leggere il suo discorso clicca questo link: http://www.stopcensura.com/2011/03/il-discorso-di-calamandrei-sulla-scuola.html

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...