Una piccola riflessione a caldo sulle elezioni e un ringraziamento sincero

Non vi nascondo che la delusione è tanta dopo questa tornata elettorale, quindi le righe che scriverò sono poche. Sia per quanto riguarda le elezioni nazionali sia per quanto riguarda quelle regionali.

Il voto ci dice che la sinistra non è stata in grado di capire i bisogni della gente e di far conoscere le proprie proposte e soluzioni; abbiamo una sinistra frammentata e marginale che non è in grado di comunicare e di comprendere la società odierna. Non c’è da nascondersi: abbiamo perso e abbiamo perso su tutta la linea. Per quanto riguarda la situazione bresciana mi prendo le mie responsabilità e faccio una grande autocritica per i risultati conseguiti dalla lista “Etico!” e da “Rivoluzione Civile” che mi sta portando a riflettere sui miei errori e sul mio ruolo.

Le preferenze che ho conseguito, 340, sono state buone, contando i pochi paesi in cui ho potuto fare campagna elettorale. E’ stata un’esperienza importante che mi aiuterà sicuramente nella mia formazione politica. Per questo ringrazio tutti quelli che hanno avuto fiducia in me. Un grazie davvero speciale va poi a quelle persone che mi hanno aiutato e sopportato in questi mesi di campagna elettorale. Questo risultato personale positivo non sarebbe stato conseguito senza il vostro aiuto.

Un pensiero su “Una piccola riflessione a caldo sulle elezioni e un ringraziamento sincero

  1. Ciao Andrea, volevo farti comunque i miei complimenti per il buon risultato personale.
    A Cazzago 150 persone hanno creduto al vostro programma , ma soprattutto a te che stai lavorando e credendo in un progetto ammirevole. Purtroppo ci sono secondo me alcuni punti da considerare. La gente e’ molto sfiduciata e purtroppo quando le cose vanno male da la colpa a tutti e si spinge verso la novita’ che in questo turno e’ stata rappresentata dal M5S, che in fondo mi sembra abbia il programma + di “sinistra” di tutti ma nella sua propaganda mai si e’ ritenuto un movimento di “sinistra”. Credo che per molte persone, soprattutto per i piu’ giovani, i concetti di sinistra-centro-destra rappresentino soprattutto il passato “recente” e quindi responsabili di questa situazione delicata e precaria in cui si troviamo. Anche se poi in realta’ e’ sempre sbagliato generalizzare sembra che l’ “evoluzione” della specie porti verso questo scenario.
    WEB, FUTURO, PARTECIPAZIONE DIRETTA, SNELLIMENTO DELL’ APPARATO, RIDUZIONE DEI PRIVILEGI E QUINDI AVVICINAMENTO DELLA POLITICA ALLA GENTE “COMUNE”… SPERANZE O UTOPIE ?
    Si puo’ pensare quindi ad una eutanasia della vecchia concezione dei partiti ?
    Non certo dei valori.

    Ciao Marco

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...