Basta alle violenze sulle donne: la visione di un uomo

violenza-donne

L’aveva lasciato. Questa è stata l’unica “colpa” di Sara Di Pierantonio, barbaramente uccisa dall’ex fidanzato Vincenzo Paduano. E come lei quella spesso era l’unica “colpa” delle tantissime donne uccise o che hanno subito violenza da delle bestie, perché è impossibile definirli uomini. Secondo l’Istat sono 7 milioni le donne che hanno subito violenza nel corso della loro vita.

Questi uomini piccoli. Questi animali che non riescono ad accettare un rifiuto. Io, da uomo, non riesco a concepire come sia possibile commettere una violenza su una donna che una volta dicevano anche di amare.

Viviamo in una società maschilista che, in alcuni soggetti, crede che la donna sia una sorta di oggetto e quindi sia una cosa “loro”. Un pensiero medievale, un pensiero aberrante, ma ancora radicato, purtroppo, nella nostra società.

Cosa possiamo fare per cercare di mettere la parola fine sulle violenze e sui femminicidi? Non è facile ovviamente. Dobbiamo però cercare di cambiare la mentalità e la cultura delle persone, parlando sempre più dell’argomento. Penso nelle scuole superiori ma anche proponendo iniziative il più aperte possibile.

Le istituzioni poi devono essere presenti. Devono essere un supporto attivo per le donne in difficoltà, sostenendole in tutto ed esortandole a denunciare gli atti violenti, perché spesso, prima dell’ultimo gesto criminale, vi sono mesi di violenze fisiche o psicologiche. E nel momento in cui si viene a conoscenza di una violenza devono cercare di essere vicini anche all’uomo violento con dei percorsi mirati, per cercare di risolvere la situazione prima che sia troppo tardi. Certo, ci vuole anche il forte appoggio delle forze dell’ordine e della magistratura che celermente dovrebbero mettere in campo azioni concrete per far sì che non si arrivi alle disgrazie. Perché poi è troppo tardi.

Ma per far sì che questi atti criminosi non avvengano più, ripeto, dobbiamo cambiare la mentalità di alcuni uomini e il loro pensiero di “possedere” una donna.

Perché altrimenti a distanza di più o meno tempo saremo ancora qua a dire basta violenze sulle donne. Senza però che nulla sia mutato. Invece dobbiamo cercare di cambiare la situazione per dire davvero, una volta per tutte, basta.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...