Piazza Fontana e il compito della politica

Non dimentichiamo quello che è avvenuto. Oggi ricorre l’orrenda strage di Piazza Fontana a Milano. In quel triste 12 dicembre del 1969 morirono 17 persone e altre 87 furono ferite.

Teniamo sempre viva la memoria sulle cupe vicende avvenute nel nostro Paese. E interroghiamoci sul perché sono avvenute queste stragi. Interroghiamoci perché oggi ragazzi, più o meno giovani, si rifanno a certe idee. Non diamo per scontato quello che sta avvenendo. La politica deve capire perché i movimenti neri, di estrema destra, stanno prendendo sempre più piede. Deve porsi domande, vivere la realtà. E poi, compito della politica, è dare risposte concrete. Perché spesso queste derive, verso movimenti che ben poco hanno di democratico, sono dovute a problemi seri, concreti che tutti i giorni la gente deve affrontare. E c’è chi, non vedendo via d’uscita, si butta nelle facili braccia del “prima gli italiani”, oppure “bisogna ripulire tutto il sistema”, o ancora “c’è bisogno di un uomo forte che sistemi le cose”.

Ecco. Non giriamoci dall’altra parte. Affrontiamo i problemi, altrimenti saremo noi stessi ad alimentare questi problemi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...